Decreto sostegni: raddoppia il limite welfare 2021

Con la legge di conversione del Decreto Sostegni (decreto legge n. 41/2021) è stato presentato un emendamento al testo, già votato al Senato e ora in discussione alla Camera, che dispone il raddoppio del limite dei 256,23 euro.
Il limite massimo di utilizzo del welfare dunque – previsto dall’articolo 51, comma 3, del TUIR - sarà elevato a 516,46 euro.

Riportiamo qui di seguito i dettagli dell’Art. 112:
“Raddoppio limite welfare aziendale anno 2020-2021Limitatamente al periodo d’imposta 2020 e 2021, l’importo del valore dei beni ceduti e dei servizi prestati dall’azienda ai lavoratori dipendenti che non concorre alla formazione del reddito ai sensi dell’articolo 51, comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, elevato ad euro 516,46.”

Cosa significa per aziende e dipendenti?

Il dipendente potrà ricevere "fringe benefits" sotto forma di beni e servizi (auto aziendale, cellulare, nido aziendale) o buoni e card rappresentativi (ad esempio: buoni carburante o buoni spesa). L'azienda potrà scegliere di riconoscere questi benefit ai dipendenti come premio ad personam per il raggiungimento di determinati obiettivi  ad esempio (ma non è obbligata a erogarli a tutti i dipendenti), e come incentivo alla fidelizzazione e alla soddisfazione dei propri dipendenti.

I beni che possono essere riconosciuti ai lavoratori e che più vengono utilizzati sono buoni spesa e buoni carburante, che costituiscono importi facilmente spendibili dai beneficiari.
L’estensione del raddoppio dell’esenzione vale circa 41 milioni di euro esentasse  che vengono immessi nell’economia e nel mercato del Paese.

condividi

Sei un Esercente?
Scarica l’app

Google Play Store download badge
Apple App Store download badge
Huawei AppGallery download badge

Sei un Utente?
Scarica l’app

Google Play Store download badge
Apple App Store download badge
Huawei AppGallery download badge

Sei un’azienda o hai più punti vendita?